Quali sono i caratteri clinici del melanoma cutaneo?

Le caratteristiche cliniche di questo tumore variano in rapporto alla sua fase di sviluppo ed evoluzione; si distinguono pertanto le seguenti forme: melanoma piano, melanoma piano-cupoliforme, melanoma cupoliforme o nodulare.


- Melanoma piano - È la forma più frequente (80% dei casi). Appare come una macchia, talora piana (melanoma piano non palpabile), talora lievemente rilevata (melanoma piano palpabile), di colore variabile dal bruno scuro al nero irregolarmente distribuito, a contorni frastagliati, di forma irregolare ed asimmetrica.
Può essere piccolo, ma di solito ha dimensioni di 5-6 mm di diametro e tende ad estendersi orizzontalmente, raggiungendo anche dimensioni di alcuni centimetri di diametro (fase di crescita orizzontale).
Può insorgere in qualunque parte del corpo anche sul letto ungueale, ma predilige il dorso nel maschio e gli arti inferiori nella femmina.


- Melanoma piano-cupoliforme - Più che una forma a sé stante, rappresenta una fase di progressione del melanoma piano.
Dopo una fase di crescita orizzontale che può durare mesi o anche anni, il melanoma piano può cominciare a crescere in altezza (fase di crescita verticale), assumendo una conformazione nodulare-cupoliforme.


- Melanoma cupoliforme - Rappresenta il 15-20% dei casi. Si localizza soprattutto a capo, collo e dorso.
Appare su cute indenne come una formazione nodulare a rapida crescita in altezza, di colorito bruno-nerastro, a superficie liscia, a contorni netti e regolari, che talora si ulcera e si ricopre di croste ematiche.
Il melanoma nodulare, anche se raramente, può apparire privo di pigmento, come un rilievo di colorito roseo (melanoma amelanico).